martedì, dicembre 25, 2007

Buon Natale

I lettori più attenti si staranno domandando: "come mai un'immagine del genere per gli auguri di natale? Più che irriverente è blasfema".
Diciamo che ultimamente le battute si sprecano in ufficio e sono stata accusata di consultare volentieri il sito maschionivogliosi.org. Quindi ho pensato di postare questo tanto per lasciargli qualcosa di cui parlare.

Buon Natale a tutti!

giovedì, dicembre 13, 2007

Ancora giocano!

E questa volta non sto parlando di Travian, mi riferisco alla nuova gara di posizionamento, quella per la zanzara mannara. Ho visto che giocando anche lui ma non dite a nessuno che me ne sono accorta.

mercoledì, novembre 28, 2007

Come sei diventato blogger?

Con amici così chi ha bisogno di nemici? Quando il collega ti passa la palla di una simpatica catena di S. Antonio dopo essersi lamentato dello spam e della superstizione dilagante che faccio? Lo uccido? Ma nooooo, ringrazio Pieru, rispondo e passo la palla con vendetta finale eheh

Cosa ti ha spinto ad aprire un blog?
Di sicuro non una libera scelta. All'inizio mi è stato imposto, per il lavoro che faccio ma poi ho iniziato ad appassionarmi e ho scoperto che può essere un modo divertente per riempire la pausa pranzo.

Il tuo primo post?
Sinceramente non lo ricordo neanche, dovrei andare a controllare. Ero così preoccupata di far funzionare questo misterioso software che non pensavo neppure di riuscire a cominciare. Dopo un po' ci ho preso la mano.
Forse il primo post in un blog è stato un comunicato stampa su un blog non mio ma forse non vale ...

Il post di cui ti vergogni di più?
Tutti, nessuno in particolare.

Il post di cui vai più fiero?
Tutti quelli in cui parlo delle mie scarpe.

E tu? Come sei diventato blogger?
Dopo essere riuscita a rispondere a tutto con grande soddisfazione posso passare la palla a Michela, Raffaella (l'architetto di Monza) e .... chi di meme ferisce ... a pierusan!!

martedì, novembre 27, 2007

Un regalo diverso

Anche quest'anno per i regali di Natale suggerisco di dare un'occhiata alle proposte di Amref. Per chi ancora non li conosce ricordo che si tratta di una associazione senza fine di lucro che aiuta le popolazioni dell'Africa orientale.
Mi piacciono perchè anche il loro modo aiutare è convincente: più che a mandare cibo e medicinali pensano a costruire pozzi e ospedali. Particolarmente a chi deve occuparsi dei regali aziendali consiglio di fare un giro sul loro sito e provare a usare un pochino la testa.

sabato, novembre 17, 2007

Chi saremo

18 novembre 2027 – Claudia ha smesso di usare il ciuccio, Stefania proprio ieri ha ritrovato una moneta da 500 lire fra i capelli, Lara ha messo la dentiera.

Nicola un giorno ha preso la moto ed è partito per mete lontane, mentre Michela ha appeso le scarpe al chiodo ed allena il Cervia, candidato allo scudetto per il campionato 2027/2028

Il loro sacrificio non è stato vano ..... Zerodelta.net conta ormai 190.000 accessi al minuto, innumerevoli tentativi di imitazione, mai riusciti, ed il Gran.Cav. del Lav. Dott. Prof. Pierre Louis Ferrara, da anni residente alle Isole Cayman, ha delegato al sig. Silvio la gestione dell'attività e dei 460 dipendenti a cui ha donato, in occasione del proprio genetliaco(*), una soggiorno per due persone in uno dei resort della società in un arcipelago scoperto dal satellite Junko4 nell'Oceano Indiano.

La principessa JeiY si occupa di amministrare, oltre alla ormai notissima società individuale J – GraphicDesign le quindici associazioni di beneficenza che ha fondato con il marito.

Via Zerodelta (già via Bergamo) in Monza ospita da tempo la creme dell'alta moda ed è di pochi giorni fa la notizia che tale Luca Cordero di Montezemolo (per gli amici Luca Cordero di Montezemolo) abbia implorato di poter aprire una rivendita di modellini di Ferrara Testarossa in un sottoscala del civico 18, sfitto da alcune settimane per il modico canone mensile di 12.000 Delta€.







(*) ... per la Ste: vuol dire compleanno

domenica, ottobre 28, 2007

Comprare sul web

Forse perchè (per motivi di lavoro) passo moltissimo tempo su internet, mi capita spesso di comprare usando la rete. Compro libri, e vino, per esempio. Spesso faccio la spesa sfruttando la comodissima consegna di esselunga non ho mai avuto problemi a usare la carta di credito online.
Compro su internet soprattutto per comodità dato che direttamente dall'ufficio posso trovare tutto quello di cui ho bisogno. A volte compro per il prezzo, perchè nella maggior parte dei casi è possibile avere un bel risparmio. Compro per comodità perchè (soprattutto nel caso di esselunga) mi viene consegnato tutto direttamente a casa con un bel risparmio di tempo e di energie.
Sinceramente almeno fino ad ora mi sono tenuta alla larga da ebay dato che mi sembra l'equivalente internet del mercatino di senigallia: i tarocchi abbondano ed è facile essere infinocchiati se non si è esperti.
Spesso vengono pubblicate statistiche relative al commercio online, quasi tutte caratterizzate dalla esasperata ricerca del superlativo. E' impossibile che qualcosa sia andato "bene". Troppo semplice, deve essere "benissimo" o "il migliore" altrimenti non c'è sfizio.
Bene tra tutte queste statistiche ne è recentemente uscita una che ha (giustamente) fatto arrabbiare gli operatori del commercio elettronico. Pubblico quindi volentieri la risposta di AICEL a una statistica che definire tendenziosa è poco.

Di oggi l’ennesima notizia a discredito del commercio elettronico italiano.
Secondo un’indagine svolta dalla Confcommercio, il 30% delle merci contraffatte vendute nel nostro paese vengono offerte attraverso Internet.

E’ sotto gli occhi di tutti come questo possa avvenire.

Mentre i negozi on-line vengono controllati, ci sono altri canali di vendita completamente senza verifiche.
Canali dove chiunque può vendere riproduzioni, copie e falsi senza incorrere in nessun tipo di sanzione.

Il tutto senza garanzie, senza tutele a discapito della sicurezza e della salute degli acquirenti.

AICEL (Associazione Italiana Commercio ELettronico) richiede l’impegno attivo da parte di tutti -operatori e consumatori - in quanto la contraffazione non solo è un reato, ma anche un calcio nel sedere alla cittadinanza onesta.
Se nella navigazione entrate in contatto con annunci o proposte commerciali di prodotti contraffatti scrivete senza esitazioni a sos@gat.gdf.it

La legalità è la norma, non l’eccezione.

******************

sabato, ottobre 20, 2007

La legge Levi-Prodi

Lavorare in una agenzia che si occupa principalmente di internet è a volte divertente, spesso frenetico e qualche volta inquietante. Probabilmente perchè internet è ancora un qualcosa di relativamente nuovo, immaturo,, capita spesso di assistere a vere e proprie rivoluzioni che avvengono piuttosto rapidamente. Mi riferisco a nuove tecnologie, nuove mode, nuove concezioni del web che è tutto tranne che statico.
Con tutto questo dinamismo non meraviglia che la classe politica italiana faccia fatica a trovare il bandolo della matassa, abbiamo politici incredibilmente vecchi sia come età anagrafica sia come idee. Ecco che provano quindi a sfornare una leggina per imbavagliare il web e rallentarlo e portarlo quindi al loro ritmo. La proposta di legge Levi Prodi in fondo non è altro che questo: il tentativo di rallentare il web e portarlo a un ritmo che i nostri politici possano reggere.

venerdì, ottobre 12, 2007

Dottoressa Dania

Divertente, interessante e intelligente. Tre aggettivi per il blog della dottoressa Dania che pare essere piuttosto famoso tra i blogger.
Di che parla? E' un diario sfogo di una collega, una co-co-co come me che passa da un contratto a termine a un altro. Parla di lavoro, di viaggi, di sesso ma lo fa in un modo spontaneamente divertente e non mancano osservazioni intelligenti, ovviamente dal suo punto di vista. Consiglio a tutti di leggerlo e aggiungerlo ai preferiti: gli aggiornamenti sono frequenti e non deludono.
Approfitto per segnalare uno splendido manuale per uomini sui preliminari. Autrice? Sempre la mitica dottoressa Dania, una pagina che molti uomini dovrebbero stampare e assimilare.

sabato, settembre 22, 2007

Article Marketing

Problemino del sabato: il capo venerdì (ovviamente 5 minuti primi di staccare per il week end) si avvicina con fare da cospiratore e con aria soddisfatta ti dice: da lunedì gestirai un sito di article marketing!
Dal sorriso che c'era stampato sulla sua faccia ho capito che era una cosa buona e che era richiesto un briciolo di riconoscenza da parte mia così ho indossato la maschera da "grande soddisfazione" e ho biascicato un bel "bene!".
Eccomi quindi a cercare di capire cosa diavolo è l'article marketing (sabato pomeriggio, approfittando della pausa pennichella altrui).
Penso di aver capito quindi il commento che mi viene spontaneo è .... tutto qui?
Perchè devono sempre usare termini inglesi che sembrano nascondere significati astrusi e reconditi, comprensibili solo da pochi supertecnici quando parliamo di una cosa così banale?
Il meccanismo è questo: qualcuno scrive un articolo interessante e lo offre gratuitamente, qualcun altro vuole pubblicare un articolo su quell'argomento e il sito di article marketing nel mezzo cerca di far incontrare domanda e offerta.
Stiamo parlando di internet quindi di mezzo c'è sempre qualche link, ovvero chi ospita l'articolo si impegna a pubblicarlo integralmente senza modificare i link contenuti e così lo scrittore viene indirettamente compensato.
Pensavo chissà cosa ....
Capito capo? Quando leggi questo articolo (tanto lo so che lo leggerai al massimo domani) tranquillizzati, ho capito tutto. Magari ho dimenticato la password ma il concetto è chiaro!

martedì, settembre 11, 2007

la scuola

E' finalmente cominciata la scuola e le figlie almeno fino alle 4 sono sistemate senza dover più fare numeri da circo tra nonni, improbabili baby sitter, colleghe vicine di casa e altre sistemazioni più o meno provvisorie.
Se rinasco comunque voglio fare l'insegnante.Mi ha fatto ridere una volta la maestra di mia figlia che si lamentava, dello stipendio basso e di una festività che cadeva di domenica. Secondo me c'è un distacco abissale tra chi lavora nel pubblico e chi nel privato: ho provato a lavorare in un solo giorno le stesse ore che la maestra di mia figlia fa in una settimana....

martedì, settembre 04, 2007

Il caffè

A me mi piace il caffè. Non soltanto quello della classica moka alla mattina ma soprattutto quello del bar, l'espresso italiano insomma.
Non è soltanto una questione di gusto: il caffè al bar rappresenta il rito, la pausa coi colleghi, la sosta in autogrill .. un momento di svago e di relax insomma.
Purtroppo al ritorno dalla Calabria ho avuto la spiacevolissima sorpresa di scoprire che il bar vicino all'ufficio ha aumentato il prezzo del caffè a un euro. Come spesso accade al mare sono rimasta un po' fuori dal mondo e non ho seguite tutte le vicende di questo ennesimo aumento ma la cosa mi lascia parecchio scocciata.
Ho letto anche tutte le "motivazioni" proposte dai gestori: il prezzo non aumentava da 4 anni ... è sempre stato uguale al prezzo dei quotidiani o a quello del metrò ...
Ho letto anche delle proposte di sciopero del caffè delle associazioni di consumatori ok, a me le due cose non stanno bene per niente: l'aumento non va bene, se proprio si devono allineare dei prezzi sarà il caso di abbassare quelli dei tram e dei giornali e lo sciopero fatto così non serve semplicemente a nulla: semplicemente ho deciso che non berrò più il caffè nei bar che lo venderanno a un euro. Basta, stop, finito è un amore concluso.

mercoledì, agosto 22, 2007

I compact disc

Mi piacciono i CD, sono abbastanza vecchia da ricordare quando sono usciti e per ricordare quello che c'era prima: dischi di vinile enormi, scomodi, delicati e con la spiacevole abitudine di rigarsi e far saltellare allegramente la puntina del piatto oppure le celeberrime musicassette che perdevano di qualità ad ogni copiatura e tendevano a usurarsi regalando proprio alla musiva preferita un poco simpatico "gniick gniick" di sottofondo. Ho accolto il CD con gioia perchè era piccolo, pratico, resistente, difficile da rovinare e soprattutto la musica si sentiva nettamente meglio.
Adesso ho trovato un articolo in cui si parla della prossima fine del compact disk, soppiantato dalle varie schede di memoria, quelle della macchina fotografica, l'i-pod o dei lettori MP3 (appunto!) tanto per intenderci! Solo dopo aver letto questo articolo ed aver fatto un minimo di mente locale mi sono accorta che in effetti non vedo da un sacco di tempo qualcuno girare con un lettore di CD portatile e che in moltissima macchine ormai il lettore di MP3 è incorporato qundi la notizia mi pare credibile. Poverino però, ha solo 25 anni ...

venerdì, agosto 10, 2007

I regali divertenti

In giro per la Calabria il navigatore è effettivamente uno strumento utile e pratico. Ve la immaginate però la faccia di mio marito se a dare le indicazioni stradali invece della vocetta professionale (e un po' freddina) del Tom Tom ci fosse quella di Jessica Rizzo? Oppure di Angelica Bella?
Per chi ancora non le avesse riconosciute si tratta di due note pornostar che (immagino) abbiano prestato la loro voce per fornire indicazioni in modo ... affascinante.
Ho trovato quindi l'idea per il prossimo regalo di Natale (o compleanno). Sarà una scusa per fare finalmente un salto in un sexy shop e comprare quindi uno di questi imperdibili aggeggi.

giovedì, agosto 02, 2007

la coerenza

purchè non arrivi alla testardaggine mi piace la coerenza, entro limiti ragionevoli insomma.
Quello che invece detesto con tutte le mie forze è l'incoerenza di quei personaggi che si proclamano di sinistra (se non addirittura comunisti) e poi pretendono di guadagnare migliaia di euro con la sola imposizione delle mani, con un paio di gocce della loro preziosa scienza.
Ma che cavolo, un minimo di dignità.
Faccio fatica a capire come certa gente riesca a guardarsi allo specchio alla mattina, io non ci riuscirei ed è probabilmente (anche) per questo che io non diventerò mai ricca.
Non so come faccia il mio capo ad avere a che fare tutti i giorni con gente del genere. Fanno un progetto in due (teoricamente), lui fa il 98% del lavoro e l'altro vuole fare a metà dei soldi.
Gente così mi fa proprio schifo.

mercoledì, luglio 25, 2007

l'aria condizionata

Ho passato i primi xx anni della mia vita praticamente senza aria condizionata, a voler fare i pignoli ho vissuto anche senza telefono cellulare e non mi pare di aver subito traumi spettacolari.
Anche nella ditta dove lavoro per tre anni siamo stati senza aria condizionata, fino a quando anche il capo non si è deciso e si è arreso alla modernità ma, ripeto, fino a tre anni fa riuscivamo a lavorare lo stesso. Faceva caldo e ci si lamentava (anche perchè le enormi vetrate dell'ufficio contribuiscono a creare un poco piacevole effetto serra) eppure con un paio di ventilatori strategicamente puntanti riuscivamo ad andare avanti.
Adesso tutto questo sembra pura utopia, due settimane fa (forse anche meno) si sono guastati i condizionatori nella mia stanza e sembra assolutamente impossibile resistere. Per carità, i condizionatori hanno scelto sicuramente il momento sbagliato per decidere di mettersi in malattia e la temperatura in ufficio nel pomeriggio arriva tranquillamente a 30 gradi però però ... I ragazzi più giovani cominciavano a minacciare uno sciopero.
Ovviamente il capo non si è accorto di nulla, per fortuna stamattina è riuscito ad aggiustarli (uomo dalle mille risorse) prima che accadesse l'irreparabile.
La cosa che mi sorprende è la velocità con cui ci abituiamo alle nuove tecnologie e le comodità che ci portano, nessuno di noi si sogna di affrontare un viaggio in macchina senza aria condizionata eppure non molti anni fa le auto climatizzate erano una rarità. Adesso anche in casa abbiamo i condizionatori, cosa prima assolutamente impensabile, ma è un progresso?

domenica, luglio 22, 2007

Il caldo

Il caldo mi piace, preferisco sicuramente l'estate all'inverno ma adesso si esagera! Non ricordavo un caldo così da un roventissimo giugno di 4 anni fa. ovviamente i condizionatori in ufficio hanno pensato bene di rompersi proprio in questi giorni e quindi si cerca di sopravvivere usando i cari vecchi ventilatori. Hanno annunciato qualche giorno più fresco insieme a un po' di pioggia per la prossima settimana, spero che sia così perchè la penultima settimana in ufficio prima delle tanto agognate ferie potrebbe essere troppo pesante se fosse uguale a quella appena passata.
O il capo si decide a far aggiustare i condizionatori oppure arriva un po' di tempo più fresco, delle due una. Speriamo in bene.

martedì, luglio 10, 2007

Vacanze in Sicilia?

Dopo aver conosciuto la Calabria e il suo splendido mare negli anni scorsi la tentazione di fare il grande salto e andare in Sicilia è grande.
Siamo già stati alle Eolie (spettacolo fantastico) ma questa volta sarei curiosa di provare qualcosa di più "insolito" e visitare la provincia di Enna.
Se tutto va bene quest'anno avremo nientepopodimeno che 3 settimane di ferie e quindi c'è una forte tentazione: dopo il breve esperimento fatto con il week end a Parigi la vacanza in camper è stata promossa a pieni voti quindi, se tutto va bene, quest'anno si torna in campeggio come venti anni fa quando ancora eravamo ragazzi.
Il camper almeno in teoria mi sembra il mezzo migliore per una vacanza in Sicilia: libertà di movimento e comodità anche per le bambine senza dimenticare il fatto che in caso di pioggia o di campeggio pessimo ci si può spostare molto velocemente ed è facile capire quanto sia importante questa libertà. Ricordo qualche anno fa un bellissimo campeggio (con la tenda) in cui si era addirittura in spiaggia. Svegliarsi allo sciabordio delle onde del mare.... un'esperienza da provare. Non credo che adesso sia permesso per carità, dicevo così ... in teoria.

sabato, giugno 30, 2007

Le pagelle

Finchè ero studentessa il giorno delle pagelle non era certamente tra i miei preferiti, adesso che sono mamma devo ammettere che le pagelle mi piacciono. Essere mamma comporta anche dei piccoli privilegi e tra questi c'è quello di godere delle soddisfazioni che mi danno con le bambine. Certo le cose importanti e i valori veri sono ben altri e bla bla bla ... però quando le mie figlia hanno portato a casa le pagelle, anche quest'anno bellissime, mi piace godermi in pieno il momento!!

martedì, maggio 29, 2007

Il nodo alla cravatta

Per chi ha un marito sbadato o figlioli in crescita una guida veloce veloce (e facile) per un nodo alla cravatta perfetto.

sabato, maggio 19, 2007

Una risposta da sogno

Questa mi ha fatto tanto ridere. Immagino che ogni marito sogna una situazione del genere. Dubito che tutte le mogli apprezzerebbero così il loro dolce maritino ...

Mattina, ore 9.00:

Un tale apre a fatica gli occhi e getta lo sguardo sulla confezione di aspirine e il bicchiere d'acqua appoggiate sul comodino.

Si siede sul letto e si guarda attorno.

Sulla sedia ci sono i suoi vestiti perfettamente piegati.

Nota che, nella camera da letto tutto quanto è pulito ed in ordine, così come tutto quanto l'appartamento.

Prende l'aspirina e vede un bigliettino sul tavolo: "Tesoro, la colazione è già pronta in cucina, sono uscita presto a fare la spesa. Ti amo!"

A questo punto si reca in cucina e... davvero c'è la colazione pronta sul tavolo e accanto il giornale del mattino.

Inoltre suo figlio è già seduto e sta mangiando.

Il padre domanda: "piccolo, ma...cosa è successo stanotte??"

Il figlio risponde: "Beh, papà, sei tornato a casa alle 3 di stanotte completamente ubriaco e per metà già svenuto. Hai distrutto un paio di mobili, vomitato nel corridoio e ti sei quasi infilzato un occhio quando hai sbattuto contro lo stipite della porta."

Confuso domanda ancora: "e perchè qui è già tutto in ordine, pulito e c'è la colazione sul tavolo?"

Il figlio risponde: "ah per questo dici..." risponde il figlio, " la mamma ti ha trascinato in camera e buttato sul letto, ma quando lei ha cercato di toglierti i pantaloni tu le hai gridato: "giù le zampe, puttana, sono felicemente sposato!


Cerchio alla testa, per notte brava: 100 Euro.

Mobili rovinati: 500 Euro.

Colazione: 10 Euro.

La frase giusta al momento giusto: NON HA PREZZO......

domenica, maggio 06, 2007

A me non mi piace questo tempo

Forse sto diventando metereopatica ma il tempo di questi giorni mi ha lasciato esausta. Nel ponte di fine aprile siamo partiti che era piena estate (a Milano si sfioravano i 30 gradi) per trovare acqua e freddo al nostro arrivo a Parigi. Fortunatamente negli altri giorni il tempo è stato bello ma sicuramente non era caldo, anzi. Dopo un paio di giorni il sole ha cominciato a farsi sentire anche lì e così sono (nuovamente) spariti felpe e maglioncini e abbiamo ricominciato a girare in maniche corte.
Giusto il tempo di abituarsi e di tornare a Milano ed ecco che il freddo è tornato: arrivati nella nostra amata città padana ci siamo ritrovati di nuovo con acqua e freddo. Basta! Si decidesse, per un attimo avevo già sperato nell'arrivo dell'estate e adesso mi ritrovo a dover fare i conti con un maggio incredibilmente freddo. Voglio l'estate!!!

mercoledì, aprile 25, 2007

A me mi piace Disneyland

Ebbene sì: con la scusa delle bambine approfitteremo del ponte del primo maggio per portare le bambine a disneyland. E' una promessa di vecchia data e abbiamo anche pensato di fare una sorpresa doppia! Prima di tutto andremo con un camper preso in affitto (e già questo per loro sarà un piccolo schock) dopodichè abbiamo pensato di tenere nascosta la meta finale del viaggio e vedere quando si accorgeranno da sole che non stiamo andando in Toscana (come credono) ma invece a Parigi.
Forse la grande se ne accorgerà quando saremo in Val d'Aosta ma magari starà già dormendo in quel momento.
Sono proprio curiosa di vedere la loro faccia quando saremo in Francia.
Il viaggio è un investimento (solo per i biglietti di ingresso si superano i 150 euro per due adulti e due bambini, senza considerare il camper, l'autostrada e il gasolio) ma credo proprio che ne valga la pena. Non solo per le bambine, confesso, anche io ho una voglia pazza di tornare un po' all'infanzia e divertirmi in un parco giochi!

sabato, aprile 21, 2007

A me mi piacciono le comunioni

Con la primavera arriva il periodo delle comunioni e devo ammettere che è una festa che a me piace moltissimo. Non che io sia particolarmente religiosa ma trovo che per i bambini sia un momento importante.
Un blog non è particolarmente adatto per afforntare argomenti seri e impegnati o almeno non questo blog per cui tengo a sottolineare che mi riferisco alla festa, al fattore di aggregazione che riveste per i bambini e al fatto che sono protagonisti di una giornata, al centro dell'attenzione degli adulti. Certo, c'è già stato il battesimo ma erano un po' troppo piccoli per ricordarsene. Ci sono i compleanni, le pagelle, il Natale e anche altre occasioni ma è con la comunione che sono protagonisti, vedono amici e parenti che incontrano di rado, amichetti e amichette..... per una giornata possono scatenarsi completamente soprattutto se papà e mamma hanno l'astuzia di non organizzare la festa in casa ma all'aperto, in un parco, una cascina, un agriturismo, una fattoria didattica ... un posto qualsiasi purchè sia pieno di prati, di verde e di posti dove sporcarsi a volontà!

lunedì, aprile 09, 2007

Buona Pasqua

Una delle cose che più mi piace della Pasqua è la tregua (come per Natale) da bilance, diete e calorie. Mi posso finalmente abbuffare a più non posso e rimandare fino a martedì ogni ragionamento degli effetti dei pasti di questi giorni su cosce e glutei.

Buona Pasqua a tutti!

giovedì, aprile 05, 2007

Le gare

Mi sono sempre piaciuti i giochi e le gare in generale e sono a volte curiosa di scoprire "i giochi dei grandi" ovvero: come si divertono le persone che siamo abituate e vedere serie e seriose?
Recentemente sono venuta a sapere di una gara, organizzata mesi fa e riservata a webmaster, esperti di posizionamento ... si autodefiniscono SEO. Il gioco era questo: in sei mesi i webmaster dovevano riuscire ad arrivare primi su google per la ricerca della frase fattori arcani.
La gara deve essere finita da parecchio tempo e non so neanche chi ha vinto ... mi affascina però il pensiero di tanti giovani e non più giovani appassionati di internet che passano le notti a lavorare su siti per il puro e semplice piacere di farlo. Immagino che qualcuno abbia avuto il suo ritorno in termini di immagine o addirittura economico, mi piace però l'idea che molti lo abbiamo fatto divertendosi e ci sono prove sperse per la rete (come questa l'immagine allegata a questo post) che per molti sia stato soprattutto un gioco.

giovedì, marzo 29, 2007

A me mi piacciono i monumenti!

Mi piacciono i monumenti della nostra bella Italia e in particolare mi piace moltissimo Firenze!
Un sito che s'ingegna e prova a valorizzare le ricchezze del nostro patrimonio artistico merita il mio personale "bravi" anche se sono parte in causa nel suddetto.
Esistono tanti modi per fare la stessa cosa, ci sono tanti modi anche di lavorare, lo si può fare solo per lo stipendio, per la sicurezza economica, per la pensione o per i figli ... oppure si può fare il proprio lavoro con passione e io sono una di quelle.
Certo aiuta moltissimo il fatto che per lavoro mi trovo spesso a "viaggiare" per l'Italia, a parlare delle sue bellezze, del patrimonio artistico, culturale, naturale. Per carità non si vive di solo lavoro, ma di questo, nel mio piccolo, sono piuttosto orgogliosa.

venerdì, marzo 23, 2007

A me mi piace andare a teatro

Ma non mi piace soltanto la prosa. Certo a volte anche quella ma più spesso mi diverto a uno spettacolo di cabaret, molto più raramente può venirmi voglia di vedere un balletto, un'opera o una tragedia (figlie e marito permettendo) ma di solito preferisco andare a ateatro per divertirmi e ridere. Uno spettacolo teatrale a volte riesce a tirarmi su il morale, lo preferisco di gran lunga al cinema anche perchè mi sembra comunque di vivere una maggior complicità con l'artista. Ricordo con piacere uno spettacolo di Bella Grillo o una serata divertintissima della serie "Telun" con Aldo Giovanni e Giacomo in forma smagliante che mi hanno fatto letteralmente scompisciare dalle risate.

sabato, marzo 10, 2007

A me mi piacciono le foto!!

Quando vado in vacanza ne scatto tantissime (prodigi del digitale alla salaguardia del portafogli), ovviamente al ritorno non le stampo, mio marito le archivia gelosamente su cd e poi ... finisce che non le guardiamo mai.
Ebbene su un sito che raccoglie immagini dell'Italia troverete anche qualche mia opera. Spero vi piacciano

mercoledì, marzo 07, 2007

Un blog abbandonato

A me non mi piace un blog abbandonato. Proprio per niente.
Un blog può esssere l'occasione per rimanere in contatto con i parenti, gli amici, colleghi ed ex colleghi e impedire che i legami si affievoliscano.
Gli impegni di tutti i giorni sono sempre più pressanti, il tempo non è mai abbastanza ... riuscirò comunque a trovare due minuti alla settimana da dedicare al mio blog, anche solo per salutare, per dire a tutti che sono viva e che sto bene?

lunedì, febbraio 12, 2007

A me mi piacciono i collant

Anche se alcuni uomini li detestano io li adoro: trovo che siano un'invenzione geniale e non potrei farne a meno. I collant sono comodi, tengono caldo d'inverno e danno un aiuto a nascondere imperfezioni varie d'estate. Quando il caldo supera la soglia limite ovviamente se ne deve fare a meno ma in tutti gli altri giorni sono una grande comodità e un aiuto per le donne. Saranno poco erotici, scomodi quando c'è da fare pipì ma a me piacciono, non posso farci niente. Quando si deve andare in bagno effettivamente è un po' scomodo spogliarsi ma non è che questa "operazione" sia continua durante il giorno, resta invece continua la sensazione di calore e praticità sulle gambe.
Soprattutto quando metto la gonna ritengo indispensabile portare in borsa un paio di collant di scorta in caso di smagliatura e, a proposito, i collant smagliati possono essere indossati sotto i pantaloni piuttosto che i gambaletti (quelli sì che sono veramente antierotici).
Pur amando follemente le scarpe generalmente preferisco la comodità e quindi preferisco le scarpe basse, per un bel paio di collant sono disposta a spendere qualcosa in più, almeno una volta ogni tanto.
E' di conforto sapere che ci sono anche uomini che la pensano come me tanto che fanno addirittura dei siti dedicati al collant (il feticismo abbonda in questo tipo di siti, quello che ho linkato è ancora guardabile). Eros e feticismi a parte i collant sono comodi, pratici e mi piacciono. Non c'ero prima della loro invenzione ma credo che la loro diffusione abbia migliorato la vita delle donne.

lunedì, gennaio 15, 2007

A me mi piace chi si sfoga!

Quante volte anche voi vi sarete lamentati delle file agli uffici pubblici, del numero spropositato di tasse e balzelli che, oltre al già notevole fastidio di dover sborsare somme anche ingenti di sudati quattrini, vi depauperano di tempo prezioso ed altrettanto preziose energie nervose? L'autore di questo sito, nelle sue pagine, parla proprio di questo: burocrazia e burocrati, scadenze e moduli, imposte e canoni che lastricano la nostra via verso la fine del mese e non solo!

In Italia purtroppo lo snellimento delle pratiche è materia quantomeno poco conosciuta, ogni adempimento in materia di fisco, anagrafe, sanità, lavoro ed affini è segnato dolorosamente da file, moduli, marche da bollo, andate e ritorni al medesimo sportello e, spesso da faticosi studi sulla procedura da seguire. Un sito quindi di denuncia, o meglio, di rassegnato sfogo contro la burocrazia ed i moderni “borboni e borbonismi”.

Non mancano però anche pagine utili, come gli scadenziari fiscali riportati mese per mese (contribuenti, aiutiamoci fra di noi!) e qualche rilassante e defatigante pagina dedicata al divertimento, al turismo ed all'arte in Italia, nonché recensioni e link

venerdì, gennaio 05, 2007

A me mi piace Barcellona ....

o almeno, credo mi piacerebbe molto ... se ci andassi!
Ad essere sincera ci sono stata a 12 anni, praticamente due ere geologiche orsono e non mi ricordo assolutamente nulla .... vi chiederete come mi è venuto in mente di parlare di Barcellona .... non è una voglia improvvisa di paella (anche se non disdegnerei ..) solo che girivagando per la rete mi sono imbattuta in un sito, o forse un blog, che mi ha risvegliato quest'idea sopita: vivagaudi.org si chiama il dominio e, ovviamente parla dell'architetto Gaudì!
Dall'alto della mia somma ignoranza sono rimasta stupefatta da quello che quell'uomo è stato in grado di realizzare! Arrivo io ... eggià mi rendo conto che non ho scoperto nulla di nuovo in genere, ma per me è stata una scoperta, cosa volete farci!
Quanto costerà un appartamento nella Casa Milà (La Pedrera)? Già, perchè oltre ad aver letto sul sito com'è fatta, come è stata realizzata, com'è decorata, ho anche letto che alcuni degli appartamenti sono abitati da privati! Che fortunelli!
Ora aspetto che pubblichino anche qualche altro post, magari su Park Guell o Casa Blatò (poi mi sono documentata ...!) ... nel frattempo mi sono letta anche qualche notizia sulla biografia di Gaudì e su altri siti dedicati all'arte italiana, anche perchè anche in Italia, in quanto ad artisti non scherziamo per niente!!!
Se avessi qualche nuova sconcertante scoperta da rivelarvi mi farò viva, ovviamente sempre sul mio bloggino!
Ciao a tutti!

giovedì, gennaio 04, 2007

I SAAAALDIIIIIIIII !!!!

Ciao e tutti e buon anno!!!
Sono scomparsa per un po' e credo che nessuno se ne sia accorto, ma nel caso vi rassicuro, sono viva e vegeta o meglio viva e vegetale ..... passata la festa tutto torna come prima ... piatto!
Ammazza che allegria ...... evabbè, oggi va così se ci fate caso è passato più o meno un mese da un certo mio post ...... leggete e capirete tutto!

Ho benedetto il Natale con un bel colpo di frusta causato da un tamponamento (assolutamente ignara ero ferma in colonna pre-natalizia) e vi assicuro che non si sta per niente bene ... sono passate tre settimane e sono ancora molto acciaccata e stordita ... più dello stato fisiologico dovuto all'età intendo .... o almeno spero ....

Ma, bando alle ciance! Domenica (7 gennaio) iniziano i saldi e magari qualcosa di buono si riesce a prendere... se non altro il MIO regalo di Natale, quello che il marito non mi ha fatto perchè, saggio saggio come sempre, per acquistare un giaccone è meglio aspettare i saldi ... so già quello che voglio, ne sono così sicura che sono altrettanto certa che ora di domenica non ci sarà più ..... o almeno saranno rimaste solo S o XS ...... taglie che non si addicono ad una golosa come me .....!
Nel caso so già con cosa mi consolerò ... UN BEL PAIO DI SCARPE!!!

Ho letto alcuni consigli per i saldi sul sito delle Federconsumatori e ne riporto qualcuno:
1- diffidare dagli sconti oltre 60% (questa non l'ho capita tanto, nel senso se una cosa mi piace, mi va bene, non è rovinata e costa poco poco... dov'è il problema? Semmai si devono mangiare le mani quelli che l'anno pagata a prezzo pieno magari l'anno prima!);
2 - deve essere possibile pagare con Carte di credito e POS anche la merce in saldo se il pagamento è accettao di norma nel negozio
3 - il negoziante non è obbligato a consentire che si provino gli indumenti ... quindi non state a litigare, ha ragione lui.
4 - occhio al cartellino del prezzo, ci deve essere anche il prezzo pieno (ma chi ci garantisce che non l'abbiano cambiato la notte prima?) oltre alla percentuale di sconto praticata.
5 - Se qualcosa non vi convince chiedete chiarimenti al negoziante o telefonate alla Federconsumatori (sulla sinistra c'è una cartina, cliccate e trovate la sede più vicina a voi) per un consiglio se temete di prendere botte dalla commessa che, stremata dal periodo pre-natalizio si trova alle prese con i saldi è sarà di pessimo umore .....


OK, buoni acquisti a voi e buona Epifania a me .....
Baci