sabato, settembre 22, 2007

Article Marketing

Problemino del sabato: il capo venerdì (ovviamente 5 minuti primi di staccare per il week end) si avvicina con fare da cospiratore e con aria soddisfatta ti dice: da lunedì gestirai un sito di article marketing!
Dal sorriso che c'era stampato sulla sua faccia ho capito che era una cosa buona e che era richiesto un briciolo di riconoscenza da parte mia così ho indossato la maschera da "grande soddisfazione" e ho biascicato un bel "bene!".
Eccomi quindi a cercare di capire cosa diavolo è l'article marketing (sabato pomeriggio, approfittando della pausa pennichella altrui).
Penso di aver capito quindi il commento che mi viene spontaneo è .... tutto qui?
Perchè devono sempre usare termini inglesi che sembrano nascondere significati astrusi e reconditi, comprensibili solo da pochi supertecnici quando parliamo di una cosa così banale?
Il meccanismo è questo: qualcuno scrive un articolo interessante e lo offre gratuitamente, qualcun altro vuole pubblicare un articolo su quell'argomento e il sito di article marketing nel mezzo cerca di far incontrare domanda e offerta.
Stiamo parlando di internet quindi di mezzo c'è sempre qualche link, ovvero chi ospita l'articolo si impegna a pubblicarlo integralmente senza modificare i link contenuti e così lo scrittore viene indirettamente compensato.
Pensavo chissà cosa ....
Capito capo? Quando leggi questo articolo (tanto lo so che lo leggerai al massimo domani) tranquillizzati, ho capito tutto. Magari ho dimenticato la password ma il concetto è chiaro!

martedì, settembre 11, 2007

la scuola

E' finalmente cominciata la scuola e le figlie almeno fino alle 4 sono sistemate senza dover più fare numeri da circo tra nonni, improbabili baby sitter, colleghe vicine di casa e altre sistemazioni più o meno provvisorie.
Se rinasco comunque voglio fare l'insegnante.Mi ha fatto ridere una volta la maestra di mia figlia che si lamentava, dello stipendio basso e di una festività che cadeva di domenica. Secondo me c'è un distacco abissale tra chi lavora nel pubblico e chi nel privato: ho provato a lavorare in un solo giorno le stesse ore che la maestra di mia figlia fa in una settimana....

martedì, settembre 04, 2007

Il caffè

A me mi piace il caffè. Non soltanto quello della classica moka alla mattina ma soprattutto quello del bar, l'espresso italiano insomma.
Non è soltanto una questione di gusto: il caffè al bar rappresenta il rito, la pausa coi colleghi, la sosta in autogrill .. un momento di svago e di relax insomma.
Purtroppo al ritorno dalla Calabria ho avuto la spiacevolissima sorpresa di scoprire che il bar vicino all'ufficio ha aumentato il prezzo del caffè a un euro. Come spesso accade al mare sono rimasta un po' fuori dal mondo e non ho seguite tutte le vicende di questo ennesimo aumento ma la cosa mi lascia parecchio scocciata.
Ho letto anche tutte le "motivazioni" proposte dai gestori: il prezzo non aumentava da 4 anni ... è sempre stato uguale al prezzo dei quotidiani o a quello del metrò ...
Ho letto anche delle proposte di sciopero del caffè delle associazioni di consumatori ok, a me le due cose non stanno bene per niente: l'aumento non va bene, se proprio si devono allineare dei prezzi sarà il caso di abbassare quelli dei tram e dei giornali e lo sciopero fatto così non serve semplicemente a nulla: semplicemente ho deciso che non berrò più il caffè nei bar che lo venderanno a un euro. Basta, stop, finito è un amore concluso.